Tempo


Mitologia


Come tutte le isole dello Ionio hanno un emblema distinto, così anche Paxoi ha come emblema il tridente. Si dice che Nettuno, dominatore dei mari, volendo creare un’isola bella e pacifica, lontano dagli altri dei e uomini, con lo scopo di dimorare insieme alla sua amante Amfitrite battè il suo tridente con forza sul estremo punto sud di Corfù e si formò Paxoi.

Con la botta però perse il suo tridente, che più tardi trovarono i paxani e ne fecero il loro emblema. Si dice inoltre, che una volta Nettuno si stancò andando da Lefkada a Corfù e decise di creare una fermata in più a metà distanza fra le due isole.

Battè con forza il suo tridente e apparse, come mostro mitologico, dentro le schiume del mare, l’isola di Paxoi. Si radunsero i delfini, le foche, i gabbiani, gli uccelli del mare e la regione si riempì di vita. Innalzò il suo tridente al punto più alto, alla garitta di Agios Ìsavros, a 250m, segno della divina dimora. Molto più tardi, si accolsero pochi pastori e si formò il primo nucleo edilizio dell’isola.

[Dall’ esaurito libro di Giannis Doikas “Paxi, Storia, Folclore, Tradizione”]

 

 



Paxos Tourist Guide 2015
     
 
Powered by Double Click
Φωτογραφικό υλικό: Σπύρος Κολοβός & Δημήτριος Κίντζιος